3 Italia e Vodafone, segreteria non richiesta? Chiedi il rimborso

I clienti 3 Italia e Vodafone che hanno pagato per un servizio di segreteria telefonica non richiesto, dovranno essere rimborsati.

L’AGCOM, Garante della Comunicazione, ha ordinato ai gestori 3 Italia e Vodafone di rimborsare gli utenti che non per volontà loro hanno accesso al servizio di segreteria telefonica.

Ai gestori, inoltre, è stato ordinato anche di smettere ad horas questo modo di operare.

Per il Garante è inconcepibile che un servizio a pagamento si possa attivare sfiorando involontariamente un’icona sullo smartphone.

Si legge nel documento AGCOM: “Nel corso dell’istruttoria – aperta a seguito della segnalazione di un utente che lamentava continui addebiti provocati dallo sfioramento involontario del tasto della segreteria sull’iPhone – è stata rilevata l’effettiva sussistenza di criticità̀ nel sistema di addebito delle connessioni alla segreteria utilizzato da H3G S.p.A. e Vodafone Italia S.p.A”.

3 Italia e Vodafone, dopo l’avvio dei procedimenti dell’AGCOM hanno cercato di porre rimedio con accorgimenti che però il Garante ha reputato non sufficienti a “garantire il rispetto dei diritti dei clienti”.

I gestori dovranno adesso trovare soluzioni tecniche più efficienti, che passeranno di nuovo al vaglio del Garante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *