Londra sotto attacco Isis: 4 morti e 20 feriti

Di nuovo Londra sotto attacco Isis, 4 morti e 20 feriti.

Scotland Yard conferma: è un attacco terrorista, 4 morti e una ventina di feriti.

Nel pomeriggio di mercoledì 22 marzo, ancora il terrore a Londra nella zona di Westminster, proprio al centro della megalopoli.

L’attentatore prima ha falciato con la propria vettura una serie di passanti sul ponte di Westminster, poi è andato a schiantarsi contro le recinzioni del Parlamento, quindi è uscito fuori ed ha continuato la sua corsa di morte uccidendo a coltellate un poliziotto. A sua volta, il folle è stato poi ucciso dalla Polizia.

Massima allerta negli altri luoghi simbolo di Londra. Gli inquirenti stanno cercando di capire se l’uomo, un cinquataduenne di origini orientali, abbia agito da solo.

Non si ferma l’ondata di attentati compiuti dagli estremisti islamici, anche se da un po’ di tempo la strategia, se così si può chiamare, sembra cambiata.

Si tratta per lo più di lupi solitari disposti all’estremo sacrificio, e non frutto di veri e propri piani stragistici pensati altrove, con ausilio di mezzi, dotazioni e molti uomini.

Dei kamikaze singoli che tendono a usare veicoli come camion e grosse macchine, per falciare la gente nei luoghi affollati, approfittando della confusione per commettere altri delitti con armi da fuoco e armi da taglio.

Sembra quasi improvvisazione, sebbene non totale. Che sia l’inizio della fine dell’era delle stragi targate Islam?

Eleonora Gitto

Giornalista pubblicista, collabora al portale fornendo agli utenti e lettori, una panoramica delle notizie legate al mondo della politica italiana ed internazionale. Cura anche la sezione dedicata all'attualità, notizie quotidianamente aggiornate sui principali avvenimenti mondiali e nazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *