Mosul, le truppe irachene stanno per entrare nella città

Le truppe irachene stanno per entrare nella città di Mosul.

Ormai manca poco: l’esercito iracheno sta per entrare a Mosul. A riferirlo sono sue alti ufficiali di Bagdad, mentre si trovano a soli tre chilometri dal capoluogo del governatorato di Ninawa situato nel nord dell’Iraq.

Nel frattempo la coalizione anti Isis ha effettuato massicci bombardamenti aerei per coprire l’avanzata delle truppe di terra. La città appare quasi completamente circondata.

A ovest i miliziani sciiti si stanno intanto muovendo verso Tal Afar, un’altra roccaforte del sedicente califfato, che ormai ha perso pezzi, forza, credibilità probabilmente anche i finanziamenti milionari di cui godeva all’inizio, non ultimi quelli che provenivano dall’Arabia Saudita.

A est di Mosul invece arrivano preparate e particolarmente combattive le truppe curde peshmerga, dopo aver conquistato vari importanti villaggi.

A sud, cioè la zona di stretta competenza iraqena, i soldati si muovono ma con maggiore difficoltà, dal momento che strade e vie d’accesso a Mosul sono state cosparse di mine.

C’è poi il solito pericolo delle autobombe tipico dei terroristi, che però sembra non abbiano scampo. L’Onu interviene di nuovo lanciando un allarme, dal momento che migliaia di persone sono state catturate dall’Isis, pronte a essere usate come scudi umani in caso di necessità.

Eleonora Gitto

Giornalista pubblicista, collabora al portale fornendo agli utenti e lettori, una panoramica delle notizie legate al mondo della politica italiana ed internazionale. Cura anche la sezione dedicata all'attualità, notizie quotidianamente aggiornate sui principali avvenimenti mondiali e nazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *