Scivolone di Dijsselbloem su alcol e donne: si dimetta

Scivolone di Dijsselbloem su alcol e donne: si dimetta, chiedono in molti.

Un fatto grave. Il Presidente dell’Eurogruppo, l’olandese Jeroen Dijsselbloem, aveva detto che i “Paesi del sud Europa spendono soldi in alcol e donne, poi chiedono aiuto”.

Romano Prodi, commentando queste parole, ha detto: “Quelle parole? Io ho percepito un grande senso di invidia”.

E dal canto suo l’ex Premier Matteo Renzi: “Se vuole offendere l’Italia, lo faccia al bar sport sotto casa sua, non nel suo ruolo istituzionale”.

Poi, in un’intervista, l’olandese prova a difendersi in maniera confusionaria e maldestra, dove dice tutto e il contrario di tutto: “Sono spiacente che qualcuno si sia offeso per la mia osservazione. Era severa, viene da una cultura olandese severa e calvinista, ed è stata detta in modo diretto, all’olandese”.

“La frase sull’alcol e le donne si riferiva a me stesso. Ho detto che non posso aspettarmi che, se spendo il mio denaro in modo sbagliato, posso poi chiedere un sostegno finanziario. Il fatto di dover rispettare gli impegni per ottenere aiuto, non si applica al sud, ma a tutti i Paesi”.

L’olandese però non si dimette. Ma a noi sembra che dovrebbe dimettersi eccome; tuttavia non per la prima frase, quanto piuttosto per la precisazione.

Eleonora Gitto

Giornalista pubblicista, collabora al portale fornendo agli utenti e lettori, una panoramica delle notizie legate al mondo della politica italiana ed internazionale. Cura anche la sezione dedicata all'attualità, notizie quotidianamente aggiornate sui principali avvenimenti mondiali e nazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *