Per Enrico Letta il voto in Francia decide del futuro dell’UE

Per Enrico Letta il voto in Francia decide del futuro dell’UE.

Intervistato da Repubblica, l’ex Presidente del Consiglio così si esprime: “Questo passaggio di Roma è stato importante, di là della semplice celebrazione. Ma le vere sliding doors per l’Europa si apriranno o si chiuderanno tra poco più di un mese. Quando i cittadini francesi saranno protagonisti di uno scontro secco anche per i destini delle istituzioni continentali”.

“Se dovesse vincere Marine Le Pen, verrebbe certificata la fine di quel cammino iniziato 60 anni fa. Se, come spero, dovesse spuntarla Macron, un leader che non ha paura di parlare con la bandiera dell’Unione alle spalle, allora partirà il rilancio in una logica europeista. Lascia o raddoppia, non ci sarà una terza opzione: la fine o il nuovo inizio”.

“La giornata romana della celebrazione dell’Unione Europea è un passo in avanti. Per i contenuti della dichiarazione e per il fatto che sia stata sottoscritta da tutti i 27: non era scontato”.

E invece sulle cose negative, Letta ha precisato: “Avrei sperato che nella dichiarazione finale si desse una risposta all’esigenza di dare ai cittadini europei maggiore peso nelle decisioni che contano”.

Eleonora Gitto

Giornalista pubblicista, collabora al portale fornendo agli utenti e lettori, una panoramica delle notizie legate al mondo della politica italiana ed internazionale. Cura anche la sezione dedicata all'attualità, notizie quotidianamente aggiornate sui principali avvenimenti mondiali e nazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *